Ha un tumore in fase terminale ma riesce a guarire: questa storia dà speranza a tutta l’umanità

Riesce a guarire da un tumore in fase terminale: ecco che cosa è accaduto, che accende una fiamma di speranza per tutti. 

Ci sono storie, in grado di emozionarci e coinvolgerci a livello personale, per la forza di quello che raccontano e l’insegnamento che ci danno.

Guarisce da un tumore e si accende la speranza per l'umanità
Guarisce da un tumore: cosa è accaduto- (Parafarmaciastore.it)

Quella che stiamo per raccontarvi è certamente una storia molto forte, che riesce, però, a donare speranza a tantissime persone. Sin dalla notte dei tempi, l’uomo ha utilizzato le storie per trasmettere messaggi e insegnamenti importanti.

Grazie a una semplice storia, la nostra intera vita può cambiare per sempre e l’esperienza di qualcun altro può segnarci così nel profondo, da portarci a rivedere le nostre priorità. In particolar modo, la storia di questa persona è davvero unica al mondo, in quanto dopo aver ricevuto la diagnosi di un tumore in fase terminale, c’è stato un risvolto davvero sorprendente.

I medici avevano diagnosticato un glioma del tronco encefalico, ossia uno dei tipi di cancro cerebrale più pericolosi. Fortunatamente, la persona è riuscita a guarire e il suo cervello non ha più alcun segno di tumore. Si tratta del primo caso al mondo, in cui vi è una regressione totale di questa forma di cancro.

Ha un tumore cerebrale in fase terminale, ma riesce a guarire totalmente e dona speranza a tutto il mondo

Questa storia ha commosso tutto il mondo ed è riuscita a portare luce, laddove regna il buio. Lucas ha sei anni, quando riceve la diagnosi di glioma del tronco encefalico. Il bambino, di origine belga, che ora ha 13 anni, è riuscito a sorprendere tutti, guarendo completamente da una malattia considerata incurabile.

Guarisce da un tumore, un vero miracolo
Guarisce da un tumore in fase terminale, il miracolo che dà speranza al mondo- (Parafarmaciastore.it)

Lo stesso Jacques Grill, un medico che si occupa di tumori cerebrali presso il reparto di oncologia pediatrica del centro Gustave-Roussy, si dice completamente incredulo per quanto accaduto. Il glioma del tronco-encefalico, infatti, è una di quelle malattie non operabili e non esiste alcun farmaco, che sia del tutto efficace. Il medico ricorda con commozione il momento in cui ha dovuto annunciare ai genitori di Lucas che il loro bambino sarebbe morto.

Lucas è stato uno dei primi pazienti a partecipare a uno studio clinico per testare un nuovo farmaco e sin da subito, il bimbo ha risposto davvero bene al trattamento. Proprio il dottor Grill, durante le diverse risonanze magnetiche, ha visto il tumore scomparire completamente. Secondo il medico, il fatto che il tumore di Lucas avesse una mutazione estremamente rara, ha reso le cellule tumorali più sensibili al farmaco, permettendo al ragazzo di guarire completamente.

Impostazioni privacy